Comune di San Pietro di Feletto

Feletto Sicura

Il progetto “Feletto Sicura”

La sicurezza e la tranquillità dei cittadini è al centro dell’impegno dell’Amministrazione comunale. Per questo essa ha reso operativo, fin dall’ottobre 2009, il progetto “Feletto sicura” nell’ambito dell’iniziativa “Insieme per la sicurezza” a cui aderiscono altri cinque Comuni del Coneglianese (Conegliano, capofila, San Vendemiano, Mareno di Piave, Godega Sant’Urbano e San Fior.).

Il progetto “Feletto Sicura” si compone di diverse azioni e interventi di vigilanza sul territorio.

I controlli serali e notturni nei centri urbani e nelle frazioni. I servizi di vigilanza serale e notturna sono effettuati ad opera di tre agenti di polizia locale, dipendenti del Comune di Pieve di Soligo, che operano in territorio felettano a seguito di una convenzione e sono coordinati dall’agente di San Pietro.

I vigili escono dalle due alle tre sere ogni settimana, in orario 18.30/19.00 alle 23.30/24.00. Da metà ottobre 2009 a fine luglio 2010 sono state effettuate 900 ore di vigilanza sul territorio. Un nuovo ciclo di servizi di vigilanza ha preso avvio da lunedì 18 ottobre 2010 e durerà fino alla fine dell’anno.

L’attività di vigilanza consiste in ronde serali e notturne nelle zone residenziali e agricole più isolate e nei luoghi pubblici più a rischio, dai parchi ai cimiteri. L’auto dei vigili, con i lampeggianti accesi, è una presenza rassicurante che contende il territorio a eventuali malintenzionati.

Il servizi di vigilanza notturna devono poter essere effettati in sicurezza dagli stessi vigili, che di notte possono trovarsi in situazioni o a contatto con persone potenzialmente pericolose per la loro incolumità. Pertanto il Consiglio comunale, nella seduta del 21 gennaio 2010, ha stabilito che gli agenti possano girare armati approvando il nuovo regolamento “per l’armamento e l’addestramento alle armi del servizio di polizia locale”.

Con questa decisione, l’Amministrazione ha inteso garantire la massima tranquillità a chi vigila sulla sicurezza dei cittadini. Naturalmente i vigili sono formati e addestrati all’uso delle armi in via continuativa.

La vigilanza sulle strade a scopo preventivo e repressivo. L’attività di presidio sulle strade, richiesta anche da molti cittadini, è un’altra delle attività di controllo effettuata dagli agenti di polizia locale in servizio presso il nostro Comune. Ha lo scopo di garantire il più possibile la mobilità in sicurezza. Per fare questo, nel rispetto delle norme, molte volte gli interventi sono di prevenzione; altre volte, invece, sono necessariamente sanzionatori.

La previsione di incasso dalle sanzioni di polizia locale fatta dalla nostra Amministrazione è assolutamente in linea con quelle degli altri Comuni, fatte - ovviamente - le debite proporzioni in relazione al numero di abitanti e, soprattutto, alla quantità e tipologia delle strade che servono il territorio.

L’obiettivo del Comune non è dunque di fare cassa, ma di rendere le strade più sicure, a beneficio soprattutto dei bambini e degli anziani e di tutti quei cittadini che sentono la necessità di riappropriarsi del proprio territorio, spostandosi e a piedi o in bicicletta e hanno il diritto di farlo in sicurezza.

Per rendere più efficace il compito degli agenti di polizia locale, il Comune si è attrezzato di un velomatic che, a rotazione, viene istallato nelle cinque postazioni fisse collocate in altrettanti punti della rete stradale, considerati più a rischio.
Le postazioni, tutte segnalate da appositi cartelli in entrambi i sensi di marcia, si trovano: a Rua in via Veneto, due sulla SP 130, una in via Colle all’altezza del market la Bontà e l’altra in via Pianale all’altezza dei Magis, e due sulla SP 635 a Bagnolo, in via Cervano, e a Casotto, in via Maset.

La regolarità delle procedure di controllo è garantita dalla presenza dei vigili. I velomatic scattano foto con rilevazione simultanea della velocità dei veicoli provenienti nei due sensi di marcia.

Oltre ai controlli diurni con il velomatic, i vigili sono presenti sulle strade anche di sera e di notte con il telelaser, apparecchio dotato di infrarossi e dunque in grado di rilevare la velocità dei veicoli anche con il buio.

Tre telecamere per la videosorveglianza. A vigilare sulla sicurezza dei cittadini, da ottobre 2010, ci sono anche tre telecamere per la videosorveglianza installate in altrettanti punti sensibili del territorio comunale: il complesso sportivo-scolastico di Rua, il parco dell’Antica Pieve a San Pietro e l’area polivalente di Bagnolo.

San Pietro di Feletto aderisce al progetto Vi.so.re. La nostra Amministrazione ha aderito anche al progetto provinciale “Progetto Vi.so.re Trevigiano – Videosorveglianza in rete”, finanziato dallo Stato e dalla Regione, per un importo di 5 milioni e 300 mila euro, e coordinato dalla Provincia di Treviso. Vi aderiscono 27 Comuni.

Il progetto ha la finalità di realizzare 80 siti di videosorveglianza in tutta la Marca. Per il nostro Comune si tratterebbe di aggiungere ai tre siti già videosorvegliati ulteriori tre telecamere da installare in altrettanti luoghi ritenuti più sensibili.